Riscoprire e scoprire il nostro Paese può essere istruttivo e appagante. Chi è in cerca di natura e bellezza non ha bisogno di spostarsi troppo lontano, non solo quando si parla di mare, ma anche quando si ha voglia di montagna.

“Tutti la conoscono come Cervinia, località sciistica della Valle d’Aosta, rinomata per la bellezza dei suoi paesaggi e la varietà delle piste da sci, ma Cervinia è solo il nome con cui viene indicata dai suoi frequentatori un’area di montagna molto più vasta. Il comprensorio di Breuil-Cervinia, questo il nome per intero, indica un’area che si estende dai 1.524 metri del comune di Valtournenche, ai 3.408 metri del Plateau Rosà, e sfiora i 4.000 metri con il Piccolo Cervino. E include anche i 4.478 metri dell’imponente massiccio del Cervino, la montagna simbolo della zona, la piramide perfetta”.

Terra di molte acque

Il nome Breuil-Cervinia non è casuale. In dialetto valdostano, “breuil” significa “terra di molte acque”, a testimoniare i tantissimi laghi, torrenti e corsi d’acqua che caratterizzavano la zona dell’insediamento originario del paese. Breuil-Cervinia è infatti sorta più di duecento anni fa ai piedi del Cervino, nella conca del Breuil, immenso pascolo fino a quel momento raggiungibile solo dopo ore di cammino. Negli anni ’30 le costruzioni nella conca del Breuil si contavano con le dita di una mano, fino a quando nel 1934 fu fondata la Società Cervino e costruita nel 1936 la prima funivia Breuil- Plan Maison, evento che diede origine allo sviluppo di quello che è attualmente dei maggiori comprensori sciistici d’Italia e d’Europa.

Lo sci

Breuil-Cervinia è considerata la meta ideale per lo sci di fondo, con un anello di 3 km, indicato sia per principianti sia per esperti. Grazie all’alta quota (2.050 metri), la pista è innevata naturalmente e ed è aperta tutto l’inverno. Comoda da raggiungere, la pista è situata all’ingresso del paese, col Monte Cervino che fa da sfondo, circondata dalla catena del Grandes Murailles, una carrellata di cime che non scendono mai sotto i 3.500 metri. In località Champlève, a Valtournenche, si trovano altri due anelli, uno di 4 Km e uno di 6,5 Km a Maen.

Le escursioni

Splendido, non lontano dal centro abitato di Cervinia, sorge il Lago Blu, nel quale si specchia l’imponente vetta. Oltre il Lago Blu nella valle merita una visita anche il Lago Goillet, un suggestivo bacino artificiale a 2.550 metri di altitudine, chiuso da una diga, usato per la produzione di energia idroelettrica e anche per l’innevamento delle piste.

In estate, oltre all’alpinismo, che fa del Cervino una meta ambita a livello internazionale, è possibile praticare il trekking e l’escursionismo. Molto praticati sono anche il parapendio e la mountain bike. Per gli amanti degli sport estremi sono a disposizione un’emozionante via ferrata e pareti per l’arrampicata.

 

Fonte: Italia.it