Non l’abbiamo fatto in passato, forse non lo faremo in futuro.

Ma, oggi, abbiamo deciso di fermarci e riflettere. Non solo per le morti francesi, ma per tutte le tragedie che continuano a susseguirsi e, soprattutto, per l’andamento generale della nostra società.

Lavoriamo con le parole e in un settore che ci porta a vivere in modo assiduo i social network. I quali, purtroppo, sono specchio fedele di quanto c’è oltre la nostra tastiera.

Non ci va di aggiungere nulla a quanto abbiamo letto e stiamo leggendo.

Anzi, preferiamo prenderci una pausa di qualche giorno per evitare di scrivere sciocchezze o pubblicare qualsiasi cosa che, in rapporto a quanto sta accadendo, sarebbe pura futilità.

Sia chiaro, non biasimiamo né critichiamo niente e nessuno, ritenendo che il male più grande dei nostri tempi sia l’incapacità di accettare la diversità e l’opinione altrui.

Semplicemente, non ce la sentiamo. In questo momento, non troviamo parole che non siano, unicamente, di condanna a qualsiasi barbara azione di terrorismo e guerra. Perchè, chi ha a che fare con le parole, deve sempre ricordare e sentire il peso della grossa responsabilità che ha.

Questa settimana, quindi, tutte le attività su virtual14.com e sui nostri canali social ufficiali sono sospese.

Virtual14

Staff