Il debutto all’ Mtv Movie Awards di Inner Thoughts ha segnato il lancio ufficiale della nuova campagna pubblicitaria Nike: Better For It. Realizzato dall’agenzia Wieden + Kennedy, questo video è diventato ben presto un fenomeno virale con più di 7 milioni e mezzo di visualizzazioni solo sul canale Nike Women di YouTube.

 

Uno storico cambiamento di rotta

Il lancio della nuova campagna pubblicitaria rappresenta per la Nike un vero e proprio cambiamento di rotta rispetto al consueto modo del brand di comunicare col pubblico. Innanzitutto il target annunciato e unico è la donna. Decisamente orientata verso un pubblico maschile, in passato la Nike – pur non ignorando del tutto il pubblico femminile – non ha mai tentato di accattivarselo con tanta determinazione. Eppure sono milioni le donne che praticano sport, anche solo a livello amatoriale. Un enorme bacino d’utenza finora quasi inesplorato per quanto riguarda le potenzialità.

Un target umano

Quasi per farsi perdonare questa trascuratezza, la nuova campagna Nike non solo è vicina alle donne, ma lo è in modo speciale: lontano dagli stereotipi e anche dai toni epici che di solito caratterizzano gli spot del brand. Better For It – uno slogan che riecheggia lo storico Just Do It – si rivolge a donne di ogni tipo e non solo ad atlete e frequentatrici assidue di palestre varie. Inner Thoughts ci restituisce una donna umana, con le sue insicurezze e le sue fragilità. Il successo di Inner Thoughts – letteralmente “pensieri interiori” – sta proprio nel dar voce ai pensieri di tante donne, nel “vocalizzare” la lotta interiore che ciascuna di esse affronta giorno dopo giorno con il proprio corpo.

 

Lo spot

Le protagoniste di Inner Thoughts sono donne come tante, alle prese con palestra, corsi di yoga e maratona. Si possono ascoltare i loro pensieri mentre si confrontano con l’ambiente che le circonda – un universo femminile fatto di donne belle, magre e in perfetta forma – e con le loro stesse insicurezze. Pensieri ben poco positivi, all’inizio: “perché ci sono così tanti specchi?” si chiede irritata una delle protagoniste; “oh, bene…un gruppo di modelle proprio davanti a me” commenta ironica a se stessa un’altra; “non c’è niente di male a correre solo metà maratona” si autogiustifica una terza donna, affranta e senza fiato. Eppure la donna non sarebbe quella che è – una creatura che impersona molti ruoli nella vita e lotta duramente per ritagliarsi uno spazio in un mondo di uomini – se non avesse una forza interiore che viene fuori nei momenti più impensati: “ce l’ho fatta e sono pronta a cominciare daccapo” pensa una delle protagoniste, dopo aver terminato la corsa.

 

Una sfida che continua giorno per giorno

Better For It è un modo di incoraggiare le donne ad essere attive, ad affrontare nuove sfide e a conquistare obiettivi personali. Inner Thoughts è stato seguito da altri quattro video – Best Intentions, Far Enough, Personal Space e Best Worst Seat – che si concentrano sulle donne del primo spot.

Ma la mission Nike non è solo spronare le donne ad essere attive, bensì anche dar loro un aiuto nel perseguire i propri obiettivi attraverso tecnologia e ispirazione.

L’ispirazione viene dalle parole di atleti famosi scelti come testimonial della campagna mentre il servizio più tecnologicamente innovativo offerto dalla Nike consiste in un’applicazione da scaricare sullo smartphone: Better For It Challenges. L’applicazione è ispirata alle metodologie di allenamento di atleti professionisti e offre all’utente una sorta di diario – della durata di 90 giorni – con esercizi, obiettivi e sfide: un vero e proprio personal trainer. Le donne, poi, sono invitate a pubblicare le foto dei risultati ottenuti su Twitter o Instagram usando l’hashtag: #betterforit. La community virtuale è, infatti, il vero e proprio punto di forza della campagna: 50 milioni di donne interagiscono all’interno di essa attraverso i social media e i club creati ad hoc come il Nike Training Club, motivandosi l’un l’altra a fare sempre meglio, a raggiungere il livello successivo. Nike Better For It è un vero e proprio catalizzatore per ogni donna che decida di dedicarsi allo sport e al fitness, la campagna ha ottenuto un enorme successo e commenti quasi sempre entusiasti. C’è solo da chiedersi se – dopo averci proposto una donna fragile e imperfetta – la Nike riserverà lo stesso trattamento de-mitizzante anche agli uomini.