In uno scenario di mercato, quello della pasta secca all’uovo, che cala, Luciana Mosconi, la Signora delle Tagliatelle, continua a crescere a livello di vendita e di gradimento presso i consumatori.

L’Azienda è stata la prima ad aver introdotto nel segmento della pasta secca all’uovo, una sfoglia ruvida e tenace, riproponendo, in modo rigoroso, l’originale ricetta di famiglia di Luciana Mosconi.

Oggi l’azienda di Matelica si racconta con orgoglio al mercato attraverso una campagna di comunicazione integrata che intreccia sinergicamente tutte le principali modalità on ed off line: Advertising, Affissioni, Spot Radio, Ufficio Stampa, Digital PR e Social Media Marketing.

Il claim: Nessuna può battere l’Originale

Luciana Mosconi intende affermare apertamente, con ironia, ma anche con fierezza, la propria identità di azienda “originale”, cioè letteralmente all’origine di un nuovo mercato nato dalla scoperta di una favolosa ricetta tradizionale che ha voluto caparbiamente conservare, e addirittura migliorare, attraverso anni e anni di appassionato lavoro. Una bontà unica e inconfondibile che, in quanto tale, ha saputo conquistare il palato di milioni di consumatori.

Imitatissima ma inimitabile

E’ proprio vero l’imitazione è la più sincera delle adulazioni. O è solo una forma di furbizia commerciale. A fronte di un successo da “hit parade” oggi molti competitors, dal più grande al più piccolo, cercano inutilmente di imitare “pezzi” del processo di lavorazione Luciana Mosconi o il packaging semplice, “nudo” e trasparente del brand, cercando di appropriarsi del posizionamento vincente e delle key words tipiche della Luciana Mosconi: “ruvida”, “corposa”, “tenace”, etc. Ma non si può imitare un mondo, un territorio, un metodo. Un “sistema” fatto di storia, di cultura, di emozione.

Una piccola-grande impresa al servizio della bontà

In Italia, Luciana Mosconi è leader nella pasta all’uovo secca premium e seconda marca assoluta nel “totale pasta all’uovo secca”. Anche se l’azienda “fa numeri” importanti intende restare una piccola-grande azienda al servizio della qualità. Un’azienda organizzata sì, ma diversa, in meglio, rispetto alla grande industria.


luciana mosconi

Virtual14. Campagna integrata Luciana Mosconi 2016: i mezzi di comunicazione.

Gli “ingredienti” della campagna

Il metodo Luciana Mosconi

C’è una lunga strada da fare per diventare Pasta Luciana Mosconi. I suoi mastri pastai, quando vanno in produzione, non vogliono saperne di astuzie e di strategie di marketing. Sono loro i primi clienti di se stessi. Fabrizio De Andrè cantava in una canzone: “Tu che lo vendi cosa ti compri di migliore”?

Pasta Luciana Mosconi rivendica plus esclusivi del metodo di lavorazione:

  • uova fresche e semole altamente selezionate
  • lavorazione a doppio impasto
  • pressatura non meccanica
  • ciclo discontinuo di produzione con fasi manuali
  • essiccazione lenta di oltre 24 ore

Per questo i prodotti di Luciana Mosconi garantiscono un gusto inimitabile ed un assorbimento spettacolare di ogni sugo.

La vera voce di Luciana Mosconi

Silenzio… parla Luciana Mosconi. Scende in campo proprio lei, Luciana Mosconi, con la sua voce “marchigiana”, per affermare le proprie radici gastronomiche e dire la sua sui tanti tentativi di imitazione della concorrenza. Il veicolo è uno spot radiofonico realizzato da Art Media Music, il cui staff ha composto anche il jingle originale:

“Benvenuti! Io sono Luciana Mosconi. A casa mia, nelle Marche, si fa la sfoglia ruvida e tenace. Io la faccio così da sempre! Forse è per questo che mi chiamano ‘La Signora delle Tagliatelle’. Tanti provano a imitarla, ma chi assaggia la mia pasta all’uovo dice che non la batte nessuno.”

La marchigianità

L’ identità regionale è un elemento forte che gioca a favore del successo della Signora delle Tagliatelle. Le Marche sono il riassunto dell’Italia più buona. Il suo territorio affascinante e “plurale” conquista sempre di più un’ampia platea nazionale ed internazionale. Luciana Mosconi è l’espressione migliore di questo territorio. Lautentica depositaria di una ricetta di famiglia tramandata gelosamente e fatta come un tempo. Oggi, nel campo della pasta secca all’uovo, Luciana Mosconi è leader di questa marchigianità.

Le tagliatelle: un bene prezioso da diffondere

C’è un’altra faccia della campagna. Nel proprio segmento di mercato, vent’anni fa, Luciana Mosconi è stata un vero pioniere, inventando letteralmente, a livello di posizionamento e di qualità, un prodotto che non c’era. Ma non per questo oggi si considera nemica dei propri concorrenti. Chi investe risorse su una campagna pubblicitaria a favore della pasta all’uovo, fa solo il bene del Paese e delle sue tradizioni gastronomiche. Da questo punto di vista, anche se afferma con forza la propria unicità, con questa campagna di comunicazione Luciana Mosconi si mette al servizio di un settore oggi leggermente in calo. Anche se per fortuna in controtendenza, l’azienda di Matelica nutre la speranza che certe ricette della tradizione possano diventare protagoniste delle scelte alimentari degli italiani.

L’impegno ambientale che si rinnova

Dal 2012 Luciana Mosconi è impegnata nella lotta ai cambiamenti climatici, i cui devastanti effetti sono sotto  gli occhi di tutti. Anche nel futuro l’azienda intende continuare a fare la propria parte riducendo e compensando la CO2 generata durante il ciclo di vita della pasta nelle fasi di produzione, distribuzione uso e smaltimento. Nel 2016 è stato rinnovato un importante accordo istituzionale che consente all’azienda di Matelica di potersi fregiare ancora una volta del marchio del “programma per la valutazione dell’impronta ambientale” rilasciato dal Ministero dell’Ambiente.


luciana mosconi

Virtual14. La campagna Luciana Mosconi 2016 sui social network.

I mezzi di comunicazione

Quest’anno Luciana Mosconi ha scelto il Gruppo Rem per mettere in campo un’articolata strategia di comunicazione integrata on e off line.

La “strategia Italia” vede schierato un consistente bouquet di mezzi quali annunci stampa (magazine, quotidiani, riviste specializzate), affissioni e decordinamica. Gli investimenti puntano anche sul mezzo radiofonico con un’attenta e fitta pianificazione di spot nazionali e locali. Non manca, naturalmente, il pressing dell’Ufficio Stampa, delle Digital PR e del Reparto Social impegnatissimi a presidiare h24 il mondo della comunicazione nelle sue articolate sfaccettature.

Tanti canali per un comune denominatore: “Nessuna può battere l’originale”.


Scegli il Brand Journalism per la tua azienda

“L’associazione tra web marketing e giornalismo è sempre più d’attualità. Entrambi si basano sul contenuto e quest’ultimo diventa progressivamente più legato alle dinamiche del web. Con l’avvento dei Social Network sono cambiate le abitudini delle persone. Le fonti per reperire notizie, sempre più spesso, non sono più i canali tradizionali ma le piattaforme di aggregazione digitale, i blog o i gli stessi siti internet aziendali. Inoltre, ogni evento acquisisce eco alimentandosi dagli utenti stessi. Chi diffonde la notizia deve essere semplicemente bravo a canalizzarla nel modo giusto. La rete farà il resto.”


Web Project Management, Web Marketing, Content Management, Accounting. Contattaci per parlarci del tuo progetto ed avere un preventivo gratuito.

Virtual14-social-media