Capitale del Regno Unito, Londra è la metropoli più anticonvenzionale, dinamica e multietnica d’ Europa: unisce in se lo spirito storico monarchico con quello ribelle della musica e della moda. Un tessuto culturale eterogeneo: importanti museidivertimenti notturniquartieri caratteristicinegozi antiche sale da tè. Il centro si trova nel West End – con Soho Covent Garden -mentre la South Bank è ricca di musei, teatri e cinema. Londra è una città che si lascia visitare in maniera quasi istintiva, difficile stabilire un itinerario per vederla tutta. Come fare se si ha un week- end “lungo” a disposizione? Vediamo l’itinerario consigliato da travelstales.it.

 

Primo giorno

“Prendete la metro e scendete a St. Paul e visitate l’omonima cattedrale (gratis con London pass, altrimenti £16). Poi arrivate a Tower Hill, sulla circle line dellatube: vi troverete davanti alla Tower of London (che se volete potete visitare gratis col London pass, altrimenti al costo di £19) e proseguendo verso il Tamigi scorgerete il Tower Bridge. Attraversatelo a piedi e fatevi una bella passeggiata lungo il fiume. Arrivate fino al London Bridge e prendete la metropolitana. Scendete a Piccadilly Circus e fatevi un giro nelle strade lì attorno: Oxford Street, famosa per i suoi negozi; Regent Street, dove si trova Hamleys, il grande negozio di giocattoli a 5 piani; Baker Street, dove si trova la casa/museo di Sharlock Holmes; Carnaby Street, la famosa via dove è stata inventata la mini-gonna; China Town, il quartiere storico cinese, fino ad arrivare a Covent Garden, il cuore del West End londinese.”

 

Secondo giorno

“Prendete la metropolitana e scendete alla fermata di Green Park. Attraversate il parco e raggiungeteBuckingham Palace prima delle 11. Alle 11.30 c’è il famoso cambio della guardia, quindi cercatevi un posto “tattico” per godetevi la parata! Dopo una passeggiata in Green Park, lì vicino, riprendete la metro e scendete a Notting Hill Gate: entrate in Pembridge Road e dopo circa 200 metri svoltate a sinistra: siete a Portobello Road! Vi ricordo che il Portobello Market è aperto solo il sabato dalla mattina presto fino alle 18 circa. Inoltre in questo quartiere di Londra, tutti i giorni, vengono allestite alcune bancarelle caratteristiche.

Vi consiglio poi di fare anche una visita esterna all’House of Parliamente al Big Ben e di entrare a Westminster Abbey (l’ingresso costa 18£ ma è gratis con London Pass). Da lì, attraversate il ponte e svoltate a sinistra, verso il London Eye. Oppure vi consiglio di entrare a visitare la Torre di Londra, famosa per i gioielli della corona, gli Yeoman e i corvi. La metro più vicina è quella di Tower Hill, e vi informo che se avete la London Pass entrate senza fare la fila!

Dopo prendete nuovamente la metropolitana e scendete alla fermata di Knightsbridge; vi ritroverete davanti ad Harrods, aperto fino alle ore 20 (la domenica fino alle 18)!”

 

Terzo giorno

“L’ultimo giorno vi consiglio di dedicarlo alla visita dei parchi di Londra, magari con un bel tour in bici. In alternativa potete entrare in qualche museo. Vi ricordo che la maggior parte dei musei a Londra sono gratuiti. Una visita in uno di questi, quello che preferite, è d’obbligo. Io vi consiglio il British Museum!”

 

E per finire…

…ricordate di provare i piatti tipici della cucina inglese: la full english breakfast – la colazione completa a base di pane tostato, uova al tegamino, bacon, salsicce, fagioli e frittelle – un piatto energetico e immancabile nella dieta di ogni inglese che si rispetti; fish and chips – pesce, di solito merluzzo o platessa, con patatine fritte e crema di piselli o salsa tartara; i pies – tortini di pasta brisè ripieni; il roast, il famoso arrosto di carne al forno; e le jacket potato, le patate cotte intere al forno e condite con formaggio e burro.