“Da un grande potere derivano grandi responsabilità.”

Peter Parker

Sì, quella che può sembrare a prima vista una citazioni di qualche dotto filosofo, è in realtà il cavallo di battaglia di un personaggio dei fumetti, l’Uomo Ragno. “Un post sugli influencer e mi parti da Spiderman?” Combatte i cattivi, si arrampica sui muri con una calzamaglia rossa e blu e vola tra i palazzi di New York… ditemi voi se questo non è un influencer!

Scherzi a parte, la citazione rappresenta perfettamente una delle caratteristiche più rilevanti del mondo degli opinion leader, ovvero la loro capacità di essere sì una risorsa in grado di creare enormi opportunità alle aziende, ma anche e soprattutto di poterne segnare in negativo le sorti. Tanto possono nel bene, quanto (e forse peggio) nel male.

Le aziende faticano spesso a vedere questo lato della medaglia, troppo concentrate sulle luci della ribalta web che queste figure possono garantire.

A volte basta poco, pochissimo per tramutarli da possibili partner in haters, con tutto ciò comporta. Un rischio che può segnare profondamente la visibilità, ma soprattutto la reputazione di un brand.

La posizione, l’autorevolezza e la credibilità di cui un influencer gode dinanzi ai suoi follower diventano “armi” comunicative dall’impatto tremendo, dando trust alle parole che questo potrebbe scagliare contro la mal capitata azienda di turno. Un progetto gestito male, un contatto poco educato, una promessa non mantenuta, a volte basta poco, anzi pochissimo, per inquinare un rapporto.


influencer marketing

Virtual14. L’autore di Influencer Marketing, Matteo Pogliani.

È da qui che nasce la fondamentale necessità di affidarsi a professionisti veri e preparati, figure in grado di dare senso e sicurezza al progetto di influencer marketing che vogliamo realizzare. Individuazione, selezione, contatto, project management, sono i passaggi che bisogna affrontare, passaggi che solo con il giusto e competente aiuto possono essere svolti al meglio.

Non è infatti, come tanti pensano, una semplice questione di pagare un servizio.

Qui parliamo di rapporti personali e come tali vanno vissuti. Sempre.

Rischi dicevamo, quegli stessi che possono colpirci quando nascondiamo qualche “scheletro nell’armadio”. Sembrerà ovvio, ma è inutile coinvolgere un influencer mettendolo dinanzi a lati negativi della nostra realtà. Che immagini, ricordo, esperienza avrà di noi? Cosa potrà mai raccontare e comunicare di positivo? Poco, molto poco.

Inutile, ad esempio, invitare degli instagramer nel nostro Hotel se questo presenterà gravi problemi. Non faremo altro che esporli agli influencer coinvolti, rischiando vengano, anche involontariamente, amplificati. La mancanza del WI-FI (si parla di web, difficile senza!), una cena al nostro (non rinomato) ristorante, un percorso nella nostra (non eccelsa) SPA: che cosa lasceremo di positivo da veicolare agli utenti? Certo, si può sempre scegliere qualche scorciatoia, puntando su figure “comprabili” o facilmente controllabili, ma state certi che così perderemmo gran parte delle potenzialità che l’influencer marketing porta con sé.

Pensiamoci bene, quindi, prima di dar vita ad iniziative “fai da te” o scarsamente progettate, potremmo aprire un vaso di Pandora difficilmente richiudibile.


Scegli il Brand Journalism per la tua azienda

“L’associazione tra web marketing e giornalismo è sempre più d’attualità. Entrambi si basano sul contenuto e quest’ultimo diventa progressivamente più legato alle dinamiche del web. Con l’avvento dei Social Network sono cambiate le abitudini delle persone. Le fonti per reperire notizie, sempre più spesso, non sono più i canali tradizionali ma le piattaforme di aggregazione digitale, i blog o i gli stessi siti internet aziendali. Inoltre, ogni evento acquisisce eco alimentandosi dagli utenti stessi. Chi diffonde la notizia deve essere semplicemente bravo a canalizzarla nel modo giusto. La rete farà il resto.”


Web Project Management, Web Marketing, Content Management, Accounting. Contattaci per parlarci del tuo progetto ed avere un preventivo gratuito.

Virtual14-social-media