“Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio.”
Albert Camus

E Gatorade – la bibita che dal 1965 disseta gli sportivi di ogni età – questo lo sa. Per questo la gran parte della sua strategia di native advertising gira attorno allo sport e al calcio in particolare: il calcio muove gli animi e le folle, il calcio è lo sport del popolo. Lo giochi allo stadio come nella piazza del paese. Ma il calcio è anche metafora della vita, della lotta per andare avanti nonostante le avversità.

Lo sport è fatto di eventi, come la vita

La partita Arsenal – Barcellona – valevole per gli ottavi di finale della Champions League 2016 – giocatasi il 23 febbraio, rappresentava un vero e proprio evento catalizzatore dell’interesse del pubblico: la febbre del tifo aumentava giorno dopo giorno nei tifosi. E’ in questo clima di attesa che Gatorade ha deciso di lanciare la sua campagna pubblicitaria globale dal titolo Don’t go down chiamando, per l’occasione, uno dei calciatori più forti del momento e – se vogliamo dirla tutta – dell’intera storia del calcio: Lionel Messi.

Don’t go down

Don’t go down – rimani in piedi – :  poche parole per un uomo di poche parole e tanti fatti. Lionel Messi è stato il primo atleta Gatorade ad essere scelto come testimonial per una campagna globale. Una vera e propria scommessa che Gatorade ha vinto per 2 a 0: esattamente come due sono stati i gol segnati dal piccolo gigante argentino. La dimostrazione che nello sport, come nella vita, non bisogna arrendersi mai. Il video dello spot è diventato virale – più di 485 mila like sul canale YouTube e oltre 2 milioni di visualizzazioni sulla pagina Facebook del campione – : sull’onda della vittoria, è vero, ma se il risultato fosse stato diverso niente sarebbe cambiato: il messaggio di Gatorade resta sempre lo stesso.

I valori del calcio

“La gente dice che Messi non parla, molto. Ma si sbaglia” – dice una voce in sottofondo – : lui è un vero predicatore, ma il messaggio che annuncia non lo si ascolta, lo si vede:  è il suo gioco a parlare per lui. E’ come se dicesse alle persone: non arrendetevi, anche se la vita vi prende a calci, anche se le gambe sono stanche e non ce la fanno più. Quando tutti gli altri giocatori si arrendono Messi resta in piedi…e segna. Lo spot – realizzato dall’agenzia TBWA/Chat/Day – usa la determinazione di Messi – che continua a giocare a tutti i costi – come un più esteso messaggio di perseveranza: “la vita ha molto in serbo per te” – sono le parole finali – “se non ti arrendi e resti in piedi”. Nel video i piedi di Messi diventato i piedi dei ragazzi che giocano per strada, sulla spiaggia, della gente che lo guarda e lo spinge alla vittoria: perché – e questo è il cuore del messaggio Gatorade – la forza viene da dentro. Che è poi, per associazione, anche l’idea che regge il concetto di bevanda energetica.

#WinFromWithin

La campagna “Don’t go down” rappresenta la continuazione ideale di un’altra fortunata campagna pubblicitaria Gatorade: Win From Within – vinci da dentro – , una campagna social cominciata due settimane prima delle Olimpiadi 2012. 12 atleti per 12 spot in cui il pubblico veniva invitato a condividere la propria esperienza usando l’ hashtag #WinFromWithin e raccontandosi attraverso foto e commenti. Il risultato sono stati 11 milioni di social impressions, 81 mila fan in più su Facebook, 4000 su Twitter e 5000 su Instagram.

Nessun vincitore crede al caso…

…ha scritto Friedrich Nietzsche e con ragione: le vittorie vanno costruite ed è quello che ha fatto Messi, ma soprattutto quello che ha fatto Gatorade che, anno dopo anno, con le sue campagne è saputa arrivare al cuore degli sportivi – anche quelli da poltrona – facendo suoi i valori dello sport. Un’accurata strategia di content marketing che ha nei social media – sono quasi 7 milioni e 300 mila i fan solo su Facebook – un terreno privilegiato, proprio in virtù dell’ engagement – del coinvolgimento emotivo – che crea un legame forte tra il brand e il suo pubblico.


 

Scegli il Brand Journalism per la tua azienda

“L’associazione tra web marketing e giornalismo è sempre più d’attualità. Entrambi si basano sul contenuto e quest’ultimo diventa progressivamente più legato alle dinamiche del web. Con l’avvento dei Social Network sono cambiate le abitudini delle persone. Le fonti per reperire notizie, sempre più spesso, non sono più i canali tradizionali ma le piattaforme di aggregazione digitale, i blog o i gli stessi siti internet aziendali. Inoltre, ogni evento acquisisce eco alimentandosi dagli utenti stessi. Chi diffonde la notizia deve essere semplicemente bravo a canalizzarla nel modo giusto. La rete farà il resto.”


Web Project Management, Web Marketing, Content Management, Accounting. Contattaci per parlarci del tuo progetto ed avere un preventivo gratuito.

Virtual14-social-media