La vostra camera da letto è molto piccola? Niente paura, una camera da letto piccola non è una maledizione: la scelta degli arredi più adatti e la luce giusta possono far miracoli rendendola piacevole e funzionale senza rinunciare ad un pizzico di originalità.

Innanzitutto è necessario ricordare che tutti gli elementi d’arredo devono essere delle dimensioni appropriate – niente gigantismi inutili – e nel minor numero possibile, quindi dovremo eliminare tutto ciò che non è indispensabile.

Il letto

Irrinunciabile senza ombra di dubbio, e assoluto protagonista della camera, è il letto. Un letto di dimensioni ridotte, magari con contenitore salva-spazio, è l’ideale, soprattutto se collocato al centro della stanza con la testiera al muro che fa da “scenario” aprendo la porta. Se lo spazio è davvero poco si potrebbe optare per un letto a soppalco che permetterebbe di creare, al di sotto, una zona seduta o una zona studio. Nell’impossibilità di costruire un soppalco c’è sempre l’intelligente soluzione del letto a scomparsa.

L’armadio

Veniamo al punto dolente: che armadio scegliere che possa realisticamente contenere tutte le nostre cose senza ingombrare troppo? Che sia con ante scorrevoli, ad angolo o ricavato da una nicchia nel muro come piccola cabina-armadio, l’importante è che questo contenitore sfrutti soprattutto lo spazio in altezza. Una soluzione geniale sono gli armadi a ponte che sovrastano la struttura del letto.

Lo specchio e altre illusioni ottiche

In una camera da letto lo specchio è un accessorio fondamentale, in una camera piccola diventa addirittura determinante. Uno specchio grande, magari composito o dalla forma stravagante, può dare l’illusione di molto spazio in più. L’ideale sarebbe uno specchio che occupi buona parte di una parete. Allo stesso modo anche un quadro molto grande, da collocare sulla testiera del letto, può dare la sensazione di spazio mentre quadri e decorazioni di piccole dimensioni sortiscono l’effetto contrario.

Giochi di luce

L’illuminazione di una stanza deve essere sempre studiata bene, da essa, infatti, dipende non solo la resa estetica dell’ambiente, ma anche il comfort. In un ambiente piccolo la luce può giocare a nostro favore dilatando gli spazi. Dipingere le pareti di colori neutribianco, grigio, beige – aiuta molto, mentre i colori accesi riducono lo spazio: se proprio non possiamo farne a meno basterà dipingere del colore gradito una sola parete.

La luce da preferire è quella naturale, si sa, ma cosa fare se non si dispone di finestre molto ampie? Un trucco è usare tendaggi vaporosi, dai colori neutri, che lascino filtrare la luce, amplificandola.

Un tocco di personalità

Come sempre dobbiamo affidarci agli accessori per donare agli ambienti quel pizzico di personalità che li renda davvero nostri: pouf portaoggetti, panche e contenitori colorati possono renderci un utile servizio. Un altro modo di rendere tutto più personale è quello di scegliere un tema per la nostra camera. Che sia la natura, i fiori, un film o uno stile artistico, un tema dominante offre l’opportunità di arredare una camera senza che questa si riempia di elementi discordanti…in uno spazio piccolo darebbero solo un’ impressione di disordine! Quindi attenzione a scegliere gli accessori – ricordando che meno sono e meglio è – in accordo col tema dominante e dello stesso colore.