Siamo con Antonio Vitiello, direttore di MilanNews.it.

Seguiamo Antonio da un po’ e gli abbiamo chiesto di incontrarlo per parlarci delle sue attività e della sua visione sulle tematiche relative alla comunicazione ed all’informazione online.

Ciao Antonio, prima di tutto grazie per aver accettato di rilasciarci questa intervista. Come sai, Virtual14 si occupa di comunicazione (soprattutto online) e il nostro sito, virtual14.com, è strutturato come un magazine che mette al centro delle proprie attività approfondimenti, informazioni, casi studio e tutto quanto sia inerente questo settore, proponendosi di fare brand journalism per sè e per i propri clienti. Tu sei un professionista dell’informazione, qual è stato il tuo percorso professionale, in tal senso?

“Ho iniziato più di dieci anni fa, quando MilanNews.it era appena nato, mi sono subito immesso nel mondo del lavoro già nei primi anni di università. Ho conseguito poi il tesserino da pubblicista in giovane età e sono cresciuto professionalmente insieme al network MilanNews e Tmw, prima delle esperienze lavorative a Sportitalia e Infront”.

Come promuovi la tua attività lavorativa e la tua immagine di professionista? In che modo ti approcci al tuo network? Oggi come oggi ci sono persone che hanno un seguito così vasto da diventare esse stesse veri e propri “marchi”. Anche tu lavori al tuo personal branding o preferisci essere riconosciuto nell’immagine aziendale?

“Mi piace sempre essere associato al marchio MilanNews.it, devo tutto a questo sito, siamo cresciuti praticamente in simbiosi. Poi è la testata che aiuta il soggetto ad emergere, ovviamente ci vuole tanto lavoro, tempo e sacrificio”.

Sei Direttore di una realtà seguitissima come MilanNews.it, sito di riferimento per le notizie sul Milan, online. Ci racconti com’è iniziata quest’avventura?

“Ai tempi cercavo una esperienza lavorativa per iniziare a dare sfogo alla mia vena giornalistica, mi è sempre piaciuto scrivere. Poi un giorno su internet trovo questo sito, ancora agli inizi, quando faceva poche visite e aveva pochi utenti online. Mando una richiesta di collaborazione e mi danno risposta positiva. Da allora non l’ho più lasciato. Partendo da collaboratore sono poi diventato direttore e ne sono orgoglioso, la crescita è stata graduale ma soddisfacente”.

Cosa pensi dei nuovi mezzi di comunicazione, social network soprattutto, e come credi abbiano cambiato le abitudini delle persone?

“E’ un uovo modo di fare informazione, magari meno qualitativo ma più immeditato. Ormai con i social puoi raggiungere qualsiasi persona al mondo nel giro di un tweet. E’ un meccanismo che ha rivoluzionato il giornalismo. Oggi anche Tv, radio e giornali si sono adeguati a internet. Diciamo che in questo periodo i siti sono il traino del giornalismo perché sono sul pezzo e danno la notizia in tempo reale. Anche qui sono orgoglioso, nel mio piccolo, di essere uno che ha vissuto questa trasformazione”.

Come gestite la comunicazione aziendale della vostra realtà? Investite in pubblicità offline e online?

“La miglior pubblicità è la notizia, arriva prima degli altri siti o ancora meglio prima di tutti. Qualche volta ci riusciamo e questo crea un seguito”.

Quanto sono importanti, per le vostre attività, i social media? All’interno del vostro staff ci sono tecnici che si occupano di web marketing?

“Di marketing no, ma abbiamo un redattore che si occupa dei social, della diffusione delle notizie su Twitter, Facebook e Instagram, video e foto quando abbiamo qualcosa di esclusivo o contenuti particolari”.

È da poco partito un altro progetto importantissimo, per il circuito di Tuttomercatoweb, ovvero TMW Radio. Ci spieghi i motivi della scelta, come è nata l’idea e, anche in questo caso, quanto è importante il lavoro sui social network per questo tipo di format?

“Il nostro editore è sempre un passo avanti agli altri. Ha creato il network Tmw, poi si è concentrato sulla parte video e ora sulla radio, un altro strumento immediato per raggiungere i nostri lettori. Ovviamente tutto gratis. E’ un bellissimo progetto che ha coinvolto da subito l’intero network, siamo tutti entusiasti di questa nuova avventura, credo sia un’idea vincente se fatta nel modo giusto”.

Come credi, invece, i social media incidano giorno per giorno nelle dinamiche relative al lavoro del giornalista? Sembra che i nuovi media abbiano azzerato le distanze tra “evento” e pubblico che, con questi “mezzi”, può dire la propria su ogni accadimento e contraddire/controbattere in tempo reale chi, per professione, è chiamato a raccontare i fatti. Qual è la tua opinione? E, soprattutto, quanto tutto questo rappresenta un’opportunità da cogliere per chi gestisce un progetto di informazione online?

“Per la prima volta si può parlare con chi ci legge. In tempi brevi il giornalista ha un confronto quotidiano con i lettori, può spiegare o chiarire un punto di vista. Qualche volta diventa fastidioso quando ci sono insulti, ma non tutti sono disposti al dialogo costruttivo”.

Il nostro magazine si occupa di Brand Journalism. Ovvero di raccontare i brand, le loro dinamiche, i loro valori, la loro mission. Per fidelizzare il pubblico attraverso la “conversazione” ed ampliare il bacino potenziale. Insomma, giornalismo aziendale. Ne avevi mai sentito parlare? Cosa ne pensi?

“Credo sia di fondamentale importanza. Anche noi su MilanNews lo applichiamo, molto spesso proviamo a spiegare ai lettori cosa intendiamo portare avanti, la nostra linea editoriale, cambiamenti in redazione come l’ingresso di nuove firme, oppure dati numerici al termine di un evento, insomma informazioni che riguardano la vita della redazione”.

Per chiudere questa interessati stima chiacchierata, sappiamo che siete sempre in movimento, ci racconti cosa bolle in pentola per il network di TuttoMercatoWeb?

“E’ un network in continua evoluzione, il nostro editore ha sempre nuove idee. Dai video alla radio, dal magazine agli eventi organizzati come la tre giorni a Castiglioncello per i Tmw Awards. Se questo progetto funziona bene da tanti anni è perché abbiamo un editore che ci mette passione e consente a noi giornalisti di migliorare sempre”.

Ringraziamo Antonio per il suo prezioso contributo al nostro sito. Continueremo a seguire le attività di MilanNews.it, TuttoMercatoWeb e TMW Radio sui siti del network e sui social media.


Scegli il Brand Journalism per la tua azienda

“L’associazione tra web marketing e giornalismo è sempre più d’attualità. Entrambi si basano sul contenuto e quest’ultimo diventa progressivamente più legato alle dinamiche del web. Con l’avvento dei Social Network sono cambiate le abitudini delle persone. Le fonti per reperire notizie, sempre più spesso, non sono più i canali tradizionali ma le piattaforme di aggregazione digitale, i blog o i gli stessi siti internet aziendali. Inoltre, ogni evento acquisisce eco alimentandosi dagli utenti stessi. Chi diffonde la notizia deve essere semplicemente bravo a canalizzarla nel modo giusto. La rete farà il resto.”


Web Project Management, Web Marketing, Content Management, Accounting. Contattaci per parlarci del tuo progetto ed avere un preventivo gratuito.

Virtual14-social-media